Acquisti di bellezza che salvano il mondo...

Secondo la MMAS che ha condotto un censimento del settore estetico nel 2019, in italia esistono piu' di 16mila centri estetici che producono un fatturato di vendita COSMETICI di poco piu' di 170milioni.

170 MILIONI DI EURO IN COSMETICI

MA SIAMO PAZZE?

Quindi teoricamente se questo e' il fatturato significa che il mercato cosmetico e' un mercato ottimo, e allora come mai noi estetiste, facciamo fatica a coprire le spese ogni mese?

Effettivamente il guadagno che otteniamo noi dalla vendita del cosmetico dovrebbe essere ottimo, solo se mettessimo un ricarico maggiore dal prezzo di acquisto.

MA poi il prezzo al consumatore sarebbe troppo alto e poi l'azienda che rivendo li vende anche online e le mie clienti finirebbero per comprare dal loro sito

questa e' la risposta che piu' spesso mi dicono , ed e' la pura verita'.

Quindi il mercato e' attivo e funzionante, i cosmetici si vendono nonostante le crisi, ma noi estetiste non siamo ancora ricche.

Io estetista mi ammazzo di lavoro (artigianale ) di olio di gomito, e per vendere una crema oltre che a dover fare tutto un lavoro di ricerca per trovare il brand giusto e che si adatti alla mia FILOSOFIA devo rivenderlo con molto del mio sudore per guadagnarci pochissimo, e poi sentirmi dire dai commerciali che devo formarmi per la comunicazione e la vendita altrimenti non alzo il fatturato. Quindi oltre che dover usare il mio sudore per vendere qualcosa che fa arricchire altri, devo anche investire tempo e denaro per seguire formazioni che mi dicono come farlo al meglio?

MA PERCHE' LO FACCIO?

questa e' la domanda che mi sono posta anni fa; avevo un centro con la mia mamma "les petits chichis" abbiamo fatto un investimento non molto furbo e ci siamo ritrovate con molte spese, dovevamo cambiare prodotti, ma non volevamo rinunciare all' identita' NATURALE che ci aveva contraddistinto nel mercato. Allora dopo ricerche su ricerche, incontri con piu' di 100 aziende cosmetiche, studio e ricerca abbiamo capito che non avremmo piu' rivenduto nessun Brand cosmetico con chissaquali CERTIFICAZIONI bio e pinkopallino.

L'unico modo per offrire un estetica NATURALE era assemblare i cosmetici in cabina, miscelando materie prime pure, basi cosmetiche come olii, burri, erbe e alghe in polvere ecc...

Abbiamo scoperto che non solo ottenevamo piu' risultati, ma stavamo risparmiando molto sul costo trattamento singolo e soprattutto eravamo LIBERE da qualsiasi matrimonio cosmetico.

Le nostre clienti sceglievano noi non perche' eravamo rivenditrici di "chissaqualemultinazionale" ma perche' apprezzavano la nostra unica ARTIGIANALITA'.

Era il 2009 quando iniziai a pensare che tutto questo avrebbe potuto cambiare il mondo se fosse stato applicato da piu' estetiste.

IL MERCATO lo fa il consumatore non il produttore, il produttore segue le richieste del mercato, se tutte noi estetiste iniziamo a rivendere olio di palma (faccio un esempio ironico) sempre piu' aziende inizieranno a produrlo.

Ma se noi estetiste smettiamo di sposare BRAND cosmetici smetteremoo di alimentare il mercato dei 170milioni di euro che contribuisce ad inquinamento, importazioni, distribuzioni ecc... e noi non saremmo piu' l'ultima della catena ma la prima!!

ditemi se questo non e' un primo passo per salvare il mondo dalla plastica, immisioni di co2, inquinamento ecc....... Utilizzando solo materie prime alimenteremmo un mercato piu' piccolo e non internazionale e questo farebbe bene al nostro paese. Se smettessimo di consumare cosmetici gia' pronti diminuirebbe notevolmente il consumo di plastica, carta, e tutte quelle sostanze che contengono.

Parte tutto dalla tua bottega, ma potrebbe creare un effetto domino STRAORDINARIO

Questa e' la MIA MISSION vuoi salvare il mondo insieme a noi?

 

 

Autore: Mariana Sambataro 
Aiuto imprenditrici estetiste a trasformarsi in una firma di bellezza naturale di successo, con meno lavoro, meno stress, meno investimenti senza aggiungere strumenti e tecnologie e offrendo servizi SARTORIALI


Free Cheatsheet Reveals...
Grab my cheat sheet for {Desired Result} that took {X Number} of {target market} from {Point A of frustration} to {Specific Result} without {Annoying Thing}